Il Jazz nel resto d’Europa

Anche in Europa il Jazz e molto difuso.Come tutti sanno il jazz nasce a in America, a New Orleans, nei primi del ‘900, ma molto presto l’interesse per questo genere cresce e la sua diffusione oltrepassa l’oceano giungendo in Europa a più riprese, prima e dopo la seconda guerra mondiale.

Caratteristiche fondamentali

Il jazz deve le sue origini alla musica popolare degli schiavi nelle piantagioni americane, ma poi si sviluppa in diverse direzioni attraverso la fusione di molti generi adottando sempre nuove soluzioni formali, tuttavia la sua struttura basilare rimane inalterata. Le sue caratteristiche sono l’improvvisazione e il ritmo sincopato, inoltre i gruppi jazz non sono mai molto numerosi e hanno in genere quattro o cinque membri. Gli strumenti musicali principali sono quelli a fiato, come tromba, sax e clarinetto, che possono essere suonati in ensamble o come solisti, poi ci sono pianoforte, batteria e contrabbasso. L’introduzione del clarinetto nel repertorio jazz risale agli anni ’30, grazie all’opera del musicista e compositore Benny Goodman.

Il jazz in Europa

Questo genere, di grande successo fino agli anni ’60, ha avuto in seguito alterne fortune negli Stati Uniti e attualmente rappresenta una produzione musicale molto di nicchia, tuttavia gode di grande apprezzamento tra gli estimatori europei, anche in Italia. Il Jazz, fondendosi con le realtà locali dei diversi paesi europei, rappresenta una grande ricchezza culturale che viene sostenuta da un network di musicisti molto attivi nell’organizzazione di concerti e festival. Un esempio calzante potrebbe essere quello del “Gypsy Jazz”, un genere di contaminazione nato negli anni ’30 in Francia, tramite gli influssi della tradizione zingaresca; così come per il clarinetto, questa è stata l’occasione per includere nel repertorio anche chitarra e violino. Attualmente ci sono molti musicisti che seguono questo stile nell’Europa dell’est, ma anche in Francia, Germania e Gran Bretagna.

Festival jazz in Europa

Il periodo più ricco di festival jazz in Europa è indubbiamente l’estate, tra luglio e settembre. Nel 2011 sono in programma una ventina di eventi che spaziano dalla Svezia alla Spagna, coinvolgendo i Paesi più insospettabili: un’ottima occasione per tutti gli appassionati.

image: artivista | werbeatelier – FotoliaSimilar Posts: